26 novembre 2022-15 gennaio 2023

CRETE - ceramiche d'autore

a cura di SBA

 

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

Recentemente la ceramica ha ripreso un posto di tutto rispetto nel calendario delle esposizioni d’arte e di design in tutto il mondo, fino ad avere una presenza consistente anche nell’ultima Biennale di Venezia, e sempre più numerose sono le gallerie specializzate che aprono nelle maggiori città, anche in Italia.

Nell’interior designsia degli spazi abitativi che di quelli commerciali o di lavoro, il rinnovato interesse per la ceramica si deve allsua matericità evocativa, alla sua forte e peculiare carica culturale, al valore del tempo lento che le è intrinseco, alla sua capacità di irradiare carattere ad un intero ambiente.

Scultura o oggetto di decorazione, entra in armonico dialogo con opere d’arte bidimensionali come quelle pittoricheespressione di valori artistici altrettanto coinvolgenti.

Nei suoi spazi, SBA Sporting Beach Arte mette in mostra dal 26 Novembre 2022 fino a Gennaio 2023 numerosi lavori, tutti in ceramica, di diversi autori: Matteo Naggi, Maria D’Alessandro, Teresa Lobelia D’Arienzo, Anna Aloisa Mileto, Alessandra F.Borzacchini,  LEN, zerounodiuno/Roger Nicotera, STELI

Ognuno con caratteristiche proprie, diversissimi tra loro, ma di tutti si può ben dire che sono oggetti che uniscono arte e bellezza, un binomio non più tanto scontato in questi ultimi anni, che vale la pena portarsi a casa.

 

Lavori di: afb, D’Alessandro, D’Arienzo, Demegni, Gabrieli, LEN, Mileto, Naggi, STELI, zerounodiuno 

 

 

 

CRETE – ceramiche d’autore

26 Novembre 2022 - 15 Gennaio 2023 

SBA Sporting Beach Arte

Sporting Beach – L.mare A.Vespucci 6, Ostia

Ingresso libero.

Orari: dal giovedì alla domenica, ore 11-17

Possibilità di visite su appuntamento.

Contatti: 3402265769

 

CRETECeramiche d’Autore

26 novembre 2022 – 15 gennaio 2023

a cura di SBA

 

Recentemente la ceramica ha ripreso un posto di tutto rispetto nel calendario delle esposizioni d’arte e di design in tutto il mondo, fino ad avere una presenza consistente anche nell’ultima Biennale di Venezia, e sempre più numerose sono le gallerie specializzate nella ceramica contemporanea che aprono nelle maggiori città, anche in Italia.

Già nel 2016 con la collettiva CERAMICI, poi nel 2019 con vere e proprie installazioni in cui la ceramica era protagonista in alcune delle cabine d’artista, fino alla doppia personale di STELI – Stefania Beltrami e Liliana Raimondi lo scorso marzo, SBA ha intrapreso un percorso di ricerca sulla ceramica portando all’attenzione del suo pubblico il lavoro di artisti e ceramisti contemporanei, via via allargando il suo raggio di ricerca dal territorio di prossimità ad altre regioni italiane.

Con la collettiva CRETE – Ceramiche d’Autore si offre ancora un panorama sui diversi linguaggi di 10 artisti ceramisti e designer che hanno scelto questo bellissimo materiale come area di ricerca formale e medium per l’espressione delle loro poetiche, e anche autori che non lavorano sulla ceramica in modo esclusivo, mescolandola con materiali e linguaggi diversi fino a sconfinare nell’installazione polimaterica. Per tutti vale la qualità del tempo lento, che la lavorazione di questo materiale richiede, così lontano dalla rapidità e superficialità della nostra società iper-tecnologica da diventare una sorta di meditazione catartica e rigenerativa.

Quello che interessa mettere in evidenza ancora una volta è che la libertà creativa propria dell’arte come felice necessità esistenziale, svincolata dalle urgenze dell’utile, è ormai una condizione che appartiene alla ceramica contemporanea: non più vista solo come esercizio secondario rispetto a pratiche artistiche cosiddette”maggiori”, ma nel pieno riconoscimento della sua propria identità indipendente, della sua straordinaria durabilità, della sua storia millenaria e planetaria, di una straordinaria varietà di tecniche di lavorazione e di cotture infinitamente combinabili tra loro, e infine della sua meravigliosa capacità di migrare da un territorio della creatività all’altro, tra artigianato, decorazione, arte, design.

 

Gli autori:

afb/ALESSANDRA FRANCESCA BORZACCHINI - Vive e lavora a Roma. Ha partecipato a diverse edizioni del Fuorisalone a Milano e ad altre fiere di design autoprodotto a Torino, Venezia e Berlino. Sfumando i confini tra arte e design, afb è una designer artista che

recentemente lavora la ceramica e ne indaga proprio le potenzialità espressive e funzionali. La modularità e la composizione, la suggestione di colori leggeri che lasciano intravvedere la terracotta, l’uso di argille nei loro colori naturali, la combinazione con materiali eterogenei, spesso provenienti da altri ambiti ma piegati a nuova funzione e significato, sono le principali caratteristiche dei suoi lavori.

Il valore del Tempo, che è intrinseco a questo materiale in senso culturale, storico, si affaccia ripetutamente nella sua poetica, con riletture di tecniche, soggetti e motivi presi dal passato più lontano, mai con affettazione didascalica, sempre con una connotazione di tenerezza ed eleganza.

Per SBA Sporting Beach Arte ha partecipato alla collettiva Ceramici nel 2016 e cabine d’artista/ abbi cura nel 2019, entrambe a cura di Paola Pallotta. I suoi lavori fanno parte della collezione permanente di SBA.

Numerose le sue opere in mostra: dai CONDOMINI alla serie delle TESTE, dalle MADAMINE alle DEE MADRI, dalle piccole COMPOSIZIONI ASTRATTE ai tavolini MED, dalle forme organiche della scultura ANTIVIRUS a quelle ispirate ai fondali marini.

MARIA D’ALESSANDRO - Vive e lavora ad Acilia, Roma. Realizza i suoi lavori interamente a mano, dalla foggiatura alla decorazione e predilige il tornio, ma si avvale anche dell’uso del colombino e della lastra. Alla produzione in maiolica affianca il gres e la porcellana, non abbandonando la sua passione, la ceramica sonora: fischietti, campanelle, sonagli, udu.

Dalla formazione con grandi Maestri della tradizione ceramica delle Marche e faentina, fa della ceramica la sua scelta di vita nel suo laboratorio e luogo espositivo “Tornio subito” dove tiene corsi e workshop sulle diverse tecniche di lavorazione e decorazione ceramica.

Per SBA Sporting Beach Arte ha esposto a novembre 2016 inella collettiva Ceramici, e a ottobre 2019 nella collettiva cabine d’artista/abbi cura con i suoi cactus.

In mostra: CACTUS (2019) scultura; argilla majolica, cristalline, ossidi metallici INCONTRO (2019); argille gres in tre colori, tecnica neriage

TERESA LOBELIA D’ARIENZO - Di Arezzo, è apprezzata costumista per il cinema, da qualche anno lavora la ceramica con cui costruisce forme larghe e leggere, spesso appoggiate su esili basi creando tensione tra gli opposti. La giustapposizione di leggerezza, ruvidezza e precarietà inspira una serie di lavori segnati dall’imperfezione e il movimento dinamico. Il suo processo creativo è istintivo, risponde ad una sensualità totalizzante per una forma o una superficie; l’unicità di ogni pezzo realizzato ne è sia conseguenza naturale che scelta poetica.

In mostra: A PLACE IN THE WORLD (2021); argilla bianca e sovrapposizione di smalti metallici e cristalline

UNSTABLE VESSELS serie n.10 (2022); Argilla refrattaria marrone con finitura di smalto metallico

CHIARA DEMEGNI - Vive e lavora a Gualdo Tadino (PG). Pittrice e ceramista, ha partecipato a numerose mostre ed esposizioni in Italia e all’estero: l’ultima nel 2019 a salisburgo e Insbruck, a Città di Castello e a Gualdo Tadino.

La sua ricerca stilistica è pittoricamente espressionista sulla superficie ceramica, dove spesso il “difetto” diviene elemento decorativo e parte intgrante dell’opera, concettualmemnte inteso come accettazione dell’imperfetto, ed apre un dialogo con i colori degli smalti e delle cristalline che si depositano, gocciolano e si raggrumano seguendo la forza dinamica del gesto.

In mostra due grandi piatti decorativi : FIORELICA (2017) ø cm.55 e NEI MOVIMENTI (2014) ø cm.80, in terracotta, smalti e cristalline colorate.

EVANDRO GABRIELI - Romano, musicista e ceramista, dal 1994 si dedica completamente alla ceramica come forma d’arte e nel contempo fonda associazioni e movimenti, organizza rassegne per promuovere la ceramica contemporanea e apre il suo laboratorio a Testaccio al coworking artigiano. Come artista partecipa a numerose mostre e concorsi internazionali e le sue opere sono state esposte in prestigiosi spazi espositivi, quali la Reggia di Venaria, il Museo dell’Orto Botanico di Roma, il Museo della Ceramica di Grottaglie e a BACC2020, la Biennale d’Arte Ceramica Contemporanea. Nelle sue opere è forte il richiamo al mondo naturale, a temi legati all’architettura e al genere informale attraverso una sensibilità emotiva che si integra con il suo personale processo tecnico.

Per SBA Sporting Beach Arte ha esposto l’installazione H2O nella collettiva cabine d’artista/abbi cura nel 2019.

In mostra: TRE BUONE RAGIONI (2019) Costruzione a lastre, grès, porcellana, smalti, cenere,1240° cottura in ossidazione.

LEN/LEANDRO CONTE - Vive e lavora a Roma.

L’attività ceramica è rivolta alla ricerca delle forme rese possibili dalla natura dei materiali; l’uso privilegia grès e porcellane.

La scultura ne risulta momento di incontro con la vulnerabilità e la distanza insita nelle cose e nelle relazioni sociali.

In mostra: BLU (2022); lastra; gres nero, smalto

ANNA ALOISA MILETO - Di Roma. Figlia d’arte, è cresciuta nel laboratorio di decorazione su porcellana della mamma Agatina e con naturalezza abbraccia la ceramica come scelta di vita, acquisendo competenze ed esperienze in Italia e in Danimarca. Si dedica all’insegnamento, è autrice di cataloghi di mostre sulla ceramica e sulla porcellana, collabora con la casa editrice Artemide in qualità di consulente per le arti applicate, partecipa a mostre, in Italia e all’estero, in rappresentanza dell’eccellenza dell’artigianato italiano e dal 2015 il suo laboratorio si pregia di realizzare porcellane e maioliche per la Presidenza della Repubblica Italiana.

Per SBA ha partecipato alla collettiva Ceramici nel 2016 e a cabine d’artista/abbi cura con l’installazione Brandelli fluttuanti nel 2019.

In mostra: RIFLESSI (2021); maiolica su plexiglas; tecnica mista con ossidi e lustri metallici. Pezzo unico.

MATTEO NAGGI - Vive e lavora a Milano. Scultore e ceramista. Il concetto dello scolpire il tempo ispira le sue opere, create con materiali che danno origine a una forma: ceramica, carta, metallo. Il tempo lento è fondamentale per Matteo, che sottolinea che è proprio la fretta della nostra epoca che non permette l’elaborazione di un pensiero, mentre il “costruttore” è una figura lenta, che ha una differente concezione del tempo, che sa vivere con attenzione e dedizione in ogni gesto.

Per SBA partecipa alla collettiva cabine d’artista/abbi cura nel 2019 con Tavole inutili.

In mostra: MODULO DIVERSO - Bottiglia (2006); scultura in terracotta

STELI /STEFANIA BELTRAMI & LILIANA RAIMONDI - Vivono e lavorano a Latina.

Di formazioni diverse, si trovano nella passione per la ceramica e dal 2004 fondano STELI, Laboratorio d’Arti, dedicandosi alle diverse attività della didattica e dello spazio espositivo oltre che alla produzione di opere uniche di artigianato artistico, per le quali prediligono la tecnica

raku,di cui sono maestre.

In mostra: COMPOSIZIONE ECCENTRICA (2022); argilla bianca, ferro; pezzo unico.

ZEROUNODIUNO/ROGER NICOTERA - Di Roma, vive a Gualdo Cattaneo, in Umbria. Fotografo e ceramista, tutta la ricerca della sua produzione è sostanzialmente ispirata ed

incentrata sull’estetica della ceramica giapponese rielaborandola in alcune sue dinamiche su una visione più occidentale, nel tentativo di far convivere queste due filosofie così differenti tra loro.

In mostra: MOONJAR (2022) argilla bianca extrafine, realizzata interamente a mano, tecnica del colombino; sovrapposizione di smalti ad effetto con pigmenti naturali e poi con smalto Cobblestone per conferirgli la texture “strappata”.

Volutamente “pesante” realizzato con oltre 7kg di argilla bianca extrafine, è un pezzo unico.